Com'e' dunque il bambino normale? Forse si limita a mangiare, crescere e sorridere dolcemente? No, non e' affatto cosi'. Il bambino normale, se ha confidenza con la madre e il padre, supera davvero se stesso. Col tempo, sperimenta la sua capacita' di provocare scompiglio, distruggere, spaventare, logorare, devastare, ingannare e trafugare...
All'inizio, ha un assoluto bisogno di vivere in un ambiente pieno d'amore e di forza (e quindi di tolleranza) - altrimenti avra' troppa paura dei suoi stessi pensieri e delle sue fantasie per progredire nel suo sviluppo emotivo.
Donald Winnicott

lunedì 17 luglio 2017

Quando proprio non ci pensavi nemmeno

Piccolo: "Mamma"
Io: "Dimmi"
"Mamma non andiamo all'Acquafan di Riccione il 21 perchè ci sono tutto gli iutuber, ci sarà un macello pazzesco"
"Mo' me lo segno"

giovedì 15 giugno 2017

Figli tredicenni crescono

"Amore ti puzza l'ascella!"
"Mamma, ma cosa dici?!?"
"Si amore sai di cipollina"
"Uffa mamma, rompi"

venerdì 19 maggio 2017

Stonf

Grande, tutto giulivo: "Mamma lo sai che i genitori possono partecipare agli esami di terza media?"
Io: "Non lo sapevo, ganzo!"
"Si, gli esami sono pubblici e tutti possono venire"
"Bello"
"A meno che un bimbo non dica che non vuole nessuno ad assistere o che vuole solo sua mamma"
"Mi sembra giusto"
...
Improvvisamente il Grande diventa estremamente serio: "Mamma però io non ti ci voglio"

STONF

Undicenni ad una festa di compleanno

Bimbo L: "Ma te sei dislessico?"
Bimbo M: "No, sono napoletano"

lunedì 3 aprile 2017

Impennata soddisfante

Mentre porto il Grande agli allenamenti, ci sorpassa un ragazzotto con lo scooter e mantiene un assetto in impennata per buoni 200m, muovendo le gambe come un ragno sulla tela, di qua e di là per mantenere un equilibro più o meno stabile. Ma la cosa più bella è quando arriva alla rotatoria. Il ragazzotto si ferma, si gira, e con sorriso compiaciuto e ammiccante ci comunica la sua soddisfazione. Scoppiamo a ridere. Il ragazzotto riprende l'impennata.
"Mamma, ti ha preso per una giovane" mi dice il Grande.
"Non credo, sono una mamma, ci sei te, si vede che non sono una giovane" rispondo io.
"Allora gli piacciono le vecchie".


Grazie amore.

lunedì 20 marzo 2017

Considerazioni della domenica mattina

Domenica mattina, ore 8,20 e siamo ancora a letto.
Grande "Mamma che ore sono?"
Io "Le 8,20. Dormi è presto"
Grande "E' presto perchè è domenica. Se era lunedì era tardi"

venerdì 17 marzo 2017

Bimbo novo

Piccolo "Mamma c'è un bimbo novo nella mia squadra"
Io "Ah si?"
"Si mamma. E' grande, alto, prima faceva pallanuoto. Ha i capelli blu. Parla poco...voglio dire non è come me... insomma....

... parla quando serve"